STRADE E PAVIMENTAZIONI
IN
TERRA STABILIZZATA


Costruire "strade in terra battuta" è stata, di sicuro, la più diffusa ed economica tecnica utilizzata fin da quando l’uomo ha avuto l’esigenza di transitare su superfici livellate per le sue attività. Questo perché la pavimentazione in terra è la più semplice da realizzare, anzi non risulta necessario decidere di realizzare la pavimentazione, basta transitare sempre nella stessa zona per ottenere un compattamento del terreno in sito e di conseguenza una migliore percorribilità dello stesso, per cui la nascita delle “pavimentazioni in terra”.

Continua...

news: notizie & informazioni
MADE EXPO 2012


Terre Stabilizzate parteciperà alla prossima edizione della manifestazione Made Expo 2012. La fiera ...
COSTRUZIONE DI STRADELLI RURALI, ECOLOGICI CONSOLIDANDO ...


Il sistema STABILSANA, particolarmente adatto per la costruzione di stradelli ecologici, drenanti, trova ...
CONVEGNI: STABILSANA PER PAVIMENTAZIONI NATURALI IN TERRA ...


Argomenti trattati: Le pavimentazioni in terra: - caratteristiche dei terreni - compressibilità e ...
CONVEGNO: PAVIMENTAZIONI NATURALI IN TERRA STABILIZZATA CON ...


La Fondazione Architetti di Treviso e PROMOTEC, il GRUPPO MOSOLE SPA, AZICHEM SRL sono gli organizzatori ...
FIERA COSTRUIRE 2012


TERRE STABILIZZATE, distributore esclusivo per l’Italia di STABILSANA, parteciperà alla 7a ...
MADE EXPO - MILANO ARCHITETTURA DESIGN EDILIZIA


Terre Stabilizzate parteciperà a Made Expo il prossimo ottobre 2011. L’evento sarà ...
FIERA DI VERONA, 17-18 FEBBRAIO 2011 - ECOMAKE, LA PRIMA ...


ECOMAKE è la prima mostra convegno internazionale sui materiali e tecnologie per l'edilizia ...
 

E' possibile compattare una superficie destinata ad attività sportive realizzata (originariamente) in tennisolite? le caratteristiche meccaniche, penso, cambieranno; ma sembrerà di correre su del cemento? E la struttura, sarà colonizzabile dalle essenze erbacee dell'adiacente campo di calcio o infestanti? Grazie per la pazienz
Pier
Premettendo che possiamo dare una risposta esaustiva solo dopo aver verificato le proprietà della miscela terrosa da stabilizzare (tennisolite) e le caratteristiche del sito (posizione, dimensioni, accessi...), in linea generale la stabilizzazione a tecnologia Terre Stabilizzate comporterebbe una maggior stabilità funzionale, una drastica diminuzione delle frequenze di manutenzione, un ridotto rischio di propagazione della vegetazione ma anche un aumento della rigidità del supporto, che sarebbe indubbiamente avvertito dagli atleti in caso di utilizzo come area sportiva (più un supporto è rigido meno esso assorbe gli urti). Premesso che l'aumento delle prestazioni meccaniche e della durabilità sono proporzionali al modulo elastico del supporto stabilizzato e quindi alla sua rigidità, sarebbe opportuno valutare in questo caso specifico quale sia il motivo per cui si renda necessario stabilizzare la superficie in tennisolite e valutare tecnicamente quale sia il miglior compromesso tra gli obiettivi da raggiungere.